Jazz nel pomeriggio

sabato 14 aprile 2012

A Cool One (Bill Barron)

  Le più note famiglie del jazz sono gli Heath, i Jones, i Montgomery, i Marsalis (fratelli), i Coltrane, i McLean, i Redman, i Drew e i Valdes (padre e figlio), e qualche altra. A quasi nessuno vengono in mente «i Barron», cioè Kenny, pianista notissimo, e il saxofonista, compositore, arrangiatore e didatta Bill Barron, suo fratello maggiore e musicista di bella carriera e di tutto rispetto. A suo nome, Bill, che è morto nel 1989, ha registrato poco e fra l'altro questo disco interessante del 1962, con una formazione splendida (al piano c'è Kenny) e una particolare attenzione alla composizione, sempre svolta sulla forma del blues.

  Bill era un buon saxofonista e qui, con rara modestia e commendevole, ha voluto affiancarsi il grande Booker Ervin (è il primo solista), che inevitabilmente lo mette un po’ in ombra.

  A Cool One (Barron), da «Hot Line», Savoy/Denon 50601. Bill Barron, Booker Ervin, sax tenore; Kenny Barron, piano; Larry Ridley, contrabbasso; Andrew Cyrille, batteria. Registrato il 31 marzo 1962.



  Download

6 commenti:

Luca Conti ha detto...

Beh, proprio poco no. Almeno una quindicina di dischi come leader...

LC

Marco Bertoli ha detto...

Ehilà! Luca Conti, da poco direttore di Musica Jazz e discografo extraordinaire. Essere colto in castagna da lui è quasi un onore!

Ciao Luca

Luca Conti ha detto...

Ma non è mica per quello... è che ho la casa piena di dischi di Bill Barron...

Marco Bertoli ha detto...

Che bello se un giorno avessi tempo e voglia di fare un guest post su uno di quelli

Luca Conti ha detto...

Così sarà, promesso:-)

Marco Bertoli ha detto...

Va' che ci conto, eh? (ma anche su un altro argomento a tua scelta).