Jazz nel pomeriggio

domenica 31 gennaio 2016

Medley (Paul Bley)

 Paul Bley a Milano nel 1979, in una primavera di quei musicalmente infiniti e insondabili anni Settanta, colto in una delle insondabilmente, infinitamente rimpiante stagioni jazzistiche milanesi di quegli  anni e dei subito successivi. Qui si era al teatro Ciak. A differenza di Paul Bley,  lui – esso – c’è ancora, a Città Studi, ma, ma. Non ricordo dove io abbia pescato questa registrazione, c’è da scommettere che sia stato su Inconstant Sol.

 Bley quella sera attaccò a suonare con quella che la scarna nota d’accompagnamento identifica come All The Things You Are; in realtà, tre minuti dentro l’esecuzione si era già stufato dell’immortale melodia e sequenza armonica di Kern. Resuscito solo per oggi quell’antica consuetudine di Jazz nel pomeriggio, il quiz, che veniva vinto quasi sempre dal Lancianese, e ti sfido a identificare le altre canzoni che Bley suona in questa medley e a scriverle nei commenti. Sfida da poco, non sono difficili per niente, tant’è che per aver indovinato non vincerai un corno.

 Medley. Paul Bley, piano. Registrato il 23 maggio 1979.

5 commenti:

Paolo il Lancianese ha detto...

Sì, su Inconstant Sol. Ma il link è ora inattivo e perciò chi ce l'ha ce l'ha e chi non ce l'ha (io) non ce l'ha. Ah!
(Sui titoli, non mi ci provo nemmeno. Non li ricordo mai).

Marco Bertoli ha detto...

Provvederemo… (non per la tua memoria).

Marco Bertoli ha detto...

All The Things You Are

Struttin’ With Some Barbecue
(le cui prime otto battute Bley accentua e fraseggia come se fosse Samba de Orfeu

Black and Blue

I Loves You, Porgy
.

Mi piace pensare che i lettori abbiano snobbato il "quiz" perché offensivamente facile, non certo perché non hanno riconosciuto queste canzoni.

loopdimare ha detto...

in effetti all'inizio non si capiva se fosse Samba de Orfeu o lo Strutto.
Mi ha molto colpito questo ritorno al passato di Paul.

Jazz nel pomeriggio ha detto...

Vero? Molto sentito e molto affettuoso.